strati di donna e cipolle borretane

_MG_5995modificataNoi donne abbiamo bisogno l’una dell’altra. Povere sciocche quelle che non lo comprendono, che continuano a farsi la guerra tra competizione e rivalità. Noi donne siamo, per la maggior parte del tempo, amore. Facciamo tutto per amore, combattiamo, sorridiamo, ci arrabbiamo e restiamo per amore. Qualcuno non lo comprende ma l’amore è la nostra ragione di vita. A volte cerchiamo di distrarre il prossimo ma, maledettamente sincere, ci tradiamo da sole, con le nostre stesse parole. L’amore ci spinge a cambiare, a volere di più. Ci lascia intendere quando il lavoro è troppo, quando abbiamo bisogno di scavare dentro di noi per capire cosa veramente ci appassiona. I nostri corpi capiscono quando c’è il bisogno urgente di prendere le distanze da tutto e da tutti per cercare serenità, quella serenità per la quale abbiamo fatto buchi nel muro, scalato montagne e costruito cancelli di sabbia.Vogliamo a tutti i costi sorrisi veri, anime sincere e inizi promettenti: quelle storie nelle quali possiamo sempre sperare il lieto fine. Perché sappiamo sempre che per ogni errore esistono più soluzioni, nulla è definitivo. Ci ammaliamo solo per riposare le membra da giornate lunghissime nelle quali non c’è nemmeno il tempo per dire che siamo stanche. E’ allora che, copertina alla mano, ci coccoliamo con tisane e zuppe calde; ma sempre con il computer di fianco, con un libro vicino o un’agenda dove scrivere le ricette e i pensieri lasciati in un angolo del cervello. Così ottimiste da voler risolvere tutti i nostri guai, e forse anche quelli degli altri, sguainiamo la spada da salvatrici a tutti i costi e respiriamo la polvere che innalza la nostra vita, in un nuvolone di sabbia color ocra che piano piano si affievolisce e lascia posto all’aria pura. Pronte, di nuovo, per danzare ancora al ritmo delle emozioni e lasciare che si risollevino in aria. Non ci rassegniamo a vivere un’esistenza priva di brividi straordinari. Ci piacciono le sfide e cerchiamo sempre chi le raccolga. Portiamo avanti un’idea e ne pensiamo altre cento, quasi sommesse perché non possano realizzarsi tutte, come in una fiaba dei fratelli Grimm. Abbiamo la giusta energia per svegliarci prima di tutti e andare a dormire quando in casa tutti hanno chiuso gli occhi. Godiamo di una vita piena di amore e dedizione e non sprechiamo nemmeno un minuto di questo magico viaggio che ci hanno donato.

E’ venerdì, così vicino al giorno più bello della settimana, da far sembrare le ore lavorative che ci aspettano, quasi un dettaglio. Metto in forno due cipolle borretane, ho deciso: mi serviranno da antipasto o da contorno per un arrosto succulento. E poi sono un po’ come noi donne: a strati, dolci, succose e piene di sapore.

Cipolle borretane al forno:

Ingredienti: cipolle borretane, sale, pepe, olio evo, timo.

Procedimento: preriscaldare il forno. Mettere le cipolle in una pirofila. Condire con sale, pepe, olio evo e timo. Mescolare bene affinchè le cipolle si ungano bene con l’olio. Infornare per circa 30 minuti. Durante la cottura girare, di tanto in tanto, le cipolle affinché non attacchino e possano dorarsi su tutti i lati. Servire calde ma anche piuttosto tiepide.

Soundtrack:http://www.youtube.com/watch?v=c0A7jAVDPJU

keep in touch and keep cooking.

_MG_5986modificata _MG_5984modificata

Annunci

Tag:, , , , , ,

Categorie: Home

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

One Comment su “strati di donna e cipolle borretane”

  1. Valentina
    21 novembre 2014 a 11:00 am #

    ….Godiamo di una vita piena di amore e dedizione e non sprechiamo nemmeno un minuto di questo magico viaggio che ci hanno donato… NEMMENO UN MINUTO…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Gingerella La Dolce

"Se non hanno pane, che mangino brioches" Cit. Maria Antonietta

COOKINGSULLENUVOLE

Cucinare è Vita

She Loves Autumn

Beauty Blog

Cuoca in prova

nata per vivere in un mondo di burro e zucchero

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

PANEDOLCEALCIOCCOLATO

Cucinare è Vita

Note di Cioccolato

Cucinare è Vita

Ribes e Cannella

Cucinare è Vita

Due bionde in cucina

Cucinare è Vita

Cucinare è Vita

Miss Becky's Cottage

Cucinare è Vita

Mon petit bistrot

Cucinare è Vita

Quinto Senso Gusto

Cucinare è Vita

Pane, burro e alici

Cucinare è Vita

Luca Centurelli

fotografia, siti internet, grafica: Ancona, Marche

TittiDolcetti

Il dolce... è il tuo preferito...

Diario di una mamma "in corriera"

Pendolando tra casa, asilo, ufficio e fornelli

Ascolta i sapori

Questa pagina e' un omaggio a chi mi ha fatto amare la cucina, i sapori di una volta, la qualita' e la ricerca, la passione, e qualche colpo di testa!

Sweet Sweet House

...cosa pasticcio fra le quattro mura della mia Sweet Sweet House

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: