pranzo da California Bakery

foto 12

Settimana scorsa sono stata da California Bakery. Era molto che non andavo in uno dei loro ristoranti e, di recente, mi sembra ne abbiano aperti diversi nuovi. Quindi in occasione di una passeggiata in compagnia, mi è parsa una buona soluzione per il pranzo. Abbiamo scelto quello di Sant’Ambrogio che credo sia veramente nuovissimo. Il locale è delizioso: le lunghe tavolate di legno, i caratteristici cestini di paglia appesi al soffitto, le piastrelle bianche ai muri e il bancone zeppo di torte giganti all’ingresso. Ad accoglierci il loro tipo di approccio molto cordiale ed affabile. Si rimane estasiati ogni volta entrando e vedendo queste torte altissime in bella mostra, all’interno del frigorifero del bancone. L’atmosfera è rilassata e piena di energia. Io e i miei amici ordiniamo ognuno una portata. Ci servono velocemente le nostre insalate e i bagels. Il menù devo dire che è piuttosto vario: insalatone, panini, quiche, pancakes e tanti dolci. Nonostante le ottime sensazioni all’interno del locale non posso non trascurare un piccolo pensiero che cade sul grosso lavoro di marketing che è stato fatto in questo luogo. L’immagine coordinata caratteristica dei loro ristoranti è fedele e precisa. Il feedback è, secondo me, veramente buono perchè appaga gli occhi in modo completo. Unico appunto che posso fare è che quando una catena diventa così capillare in un luogo, rischia di perdere l’originalità che lei stessa ha creato inizialmente. Non è da trascurare, comunque, che sono presenti in città da parecchi anni e quando hanno cominciato erano veramente in pochi ad aver accolto il concetto di brunch a Milano. Si deve perciò considerare la generosa attenzione che pongono al futuro attraverso ricerca e sperimentazione. Sono quindi convinta che faranno di tutto e di più per tenersi saldi alla loro idea iniziale così ricercata e sempre pronta alle novità. Per coloro i quali hanno voglia di cimentarsi nella cucina, vendono anche dei preparati con istruzioni per poter fare anche a casa le torte in puro stile americano che vengono vendute a ristorante. Trovo sia una buona idea per coinvolgere in modo attivo il consumatore e avvicinarlo al luogo. Durante il giorno fanno anche una consegna di cibi pronti per pic nic per coloro i quali volessero consumare al parco, o comunque all’aperto, il loro pranzo: delizioso! Il conto è onestamente un po’ salato vista la tipologia di menù che viene servito e potrebbe forse allontanare alcuni consumatori. Che peccato!
Sto per rientrare da Londra e mi manca la mia cucina….non vedo l’ora di rimettermi ai fornelli!!

Soundtrack: http://www.youtube.com/watch?v=u7XIL67QSME

keep in touch and keep cooking

foto 3 foto 2 foto 1 foto 11 foto 9

 

Annunci

Tag:, , , , , ,

Categorie: Home

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Gingerella La Dolce

"Se non hanno pane, che mangino brioches" Cit. Maria Antonietta

COOKINGSULLENUVOLE

Cucinare è Vita

She Loves Autumn

A Beauty Blog

Cuoca in prova

nata per vivere in un mondo di burro e zucchero

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

PANEDOLCEALCIOCCOLATO

Cucinare è Vita

Note di Cioccolato

Cucinare è Vita

Ribes e Cannella

Cucinare è Vita

Due bionde in cucina

Cucinare è Vita

Cucinare è Vita

Miss Becky's Cottage

Cucinare è Vita

Mon petit bistrot

Cucinare è Vita

Quinto Senso Gusto

Cucinare è Vita

Pane, burro e alici

Cucinare è Vita

Luca Centurelli

fotografia, siti internet, grafica: Ancona, Marche

TittiDolcetti

Il dolce... è il tuo preferito...

Diario di una mamma "in corriera"

Pendolando tra casa, asilo, ufficio e fornelli

Ascolta i sapori

Questa pagina e' un omaggio a chi mi ha fatto amare la cucina, i sapori di una volta, la qualita' e la ricerca, la passione, e qualche colpo di testa!

Sweet Sweet House

...cosa pasticcio fra le quattro mura della mia Sweet Sweet House

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: