Archivi delle etichette: speck

ritorno dal mare con caserecce speck, zucchine e ventresca di tonno

_MG_2978modificataL’estate è fatta così, tra la gente che va e viene dalla spiaggia. Delle colline verdi e dorate dietro i paesi in riva al mare, dei girasoli vividi ed effimeri nei campi visibili dalle autostrade. Dell’acqua del mare calda e accogliente e degli stabilimenti brulicanti di bagnanti. Delle famiglie, dei gruppi di amici cresciuti, di quelli che parlano con i loro vicini di ombrellone e di quelli che, invece, non vogliono parlare con nessuno per godere del meritato riposo.
L’estate è il tempo per passeggiare, il tempo per scrivere mentre i bambini giocano sul bagnasciuga. E’ il momento delle lunghe passeggiate, dei pranzi in spiaggia fatti di pesce fresco, fritture di mare e insalate fantasiose, dei costumi colorati, dei tuffi dei ragazzi dopo l’ora di pranzo quando tutto smette di essere rumoroso e domina solo la brezza che viene dal mare. L’estate ha il sapore dei freschi centrifugati di frutta e verdura, dei gelati sotto l’ombrellone e del cocco. L’estate è sinonimo di biciclette veloci, di ombrelloni in fila e asciugamani dai colori accesi. E’ fatta di libri e riviste piene di sabbia e di frutta fresca sempre a portata di mano. L’estate è il momento dei pensieri, dei progetti e dei bilanci, quando pensi a tutto quello che farai quando la vita tornerà quella di sempre. L’estate è anche il momento della fantasia, quando sogni la vita in un luogo diverso, un luogo più accogliente e meno pretenzioso. Il week end appena passato è stato, per me, l’inizio vero dell’estate. Ci voleva. Benvenuta estate!

Quando si parte o si torna per un week end, ci si arrangia un po’ con ciò che c’è in frigorifero. Io lo faccio sempre e mi diverto un sacco a mettere insieme gli ingredienti improvvisando: caserecce speck, zucchine e ventresca di tonno

Ingredienti: caserecce Garofalo, zucchine, scalogno, speck e ventresca di tonno Consorcio, sale, pepe e olio evo.

Procedimento: tagliare finemente lo scalogno e metterlo in una padella antiaderente con un filo di olio evo. Lavare e tagliare a cubetti le zucchine e aggiungerle allo scalogno. Far cuocere in padella per circa 10/15 minuti (personalmente preferisco che le zucchine rimangano un po’ croccanti). Condire con sale e pepe. Tagliare a listarelle lo speck e aggiungerlo alle zucchine lasciando che cuociano insieme per pochi minuti. Nel frattempo far bollire l’acqua salata e cuocere le caserecce. Unire quindi la pasta in padella aggiungendo un filo di olio crudo in modo che il tutto si amalgami. Impiattare. Direttamente sul piatto aggiungere quindi la ventresca di tonno Consorcio. Buon Appetito!

p.s. sono tornata dal mare con la febbre. Ma si può, a luglio!?!?!?! passerà….

Soundtrack:  https://www.youtube.com/watch?v=fazyao5bGUg

keep in touch and keep cooking

_MG_2972modificata _MG_2977modificata _MG_2980modificata _MG_2984modificata

 

luglio di torta salata, patate e speck

_MG_2958modificataLuglio  è il mese che aspetto tutto l’anno. E’ il mese in cui i bambini cominciano ad essere in vacanza, la città è più tollerante e le strade più leggere di traffico. Luglio  è il mese in cui Milano, la mia città, sembra che si riposi dai suoi stessi abitanti.  Aspetto con trepidazione i week end al mare improvvisati, quella sensazione che manca poco al riposo vero e le guide di viaggio in giro per casa. Comincio a fare progetti, programmi; comincio a pensare a come non sciupare il tempo durante le vacanze. Ma luglio è come il venerdì sera. Quando la settimana è finita e hai davanti a te solo cose belle: il possibile.  Luglio è il mese del compleanno della mamma, il periodo giusto per indossare i saldali con le paillettes o le mie adorate espadrillas colorate. E’ il mese in cui vado in bicicletta al lavoro quasi tutti i giorni, in cui guardo il cielo azzurro e i terrazzi fioriti alzando gli occhi al cielo. Luglio è il mese delle aspettative, della voglia di cambiare vita. Luglio è il mese dei progetti, quelli per i quali speri da anni e non hai quasi più il coraggio di sognare per paura che svaniscano ancora. Luglio è la consapevolezza che, poi, le cose vanno come è giusto che sia. Che è bene non forzare il destino, perché alcuni No sono sofferti ma sono fatti per noi stessi. Che i No ricevuti sono fonte di maturità ed emancipazione. Luglio è il mese in cui vado dal parrucchiere a tagliare i capelli, a sistemare i colpi di sole per evitare che al mare la mia testa si trasformi in una balla di fieno come quelle che si vedono in autostrada. Luglio è il mese della frutta che preferisco, delle albicocche più succose, delle pesche gialle e del prosciutto e melone. Luglio è una serata nel mio quartiere pieno di ristoranti all’aperto; una cenetta con amici ridendo a crepapelle. Luglio è il mese delle lenzuola di lino bianche dentro le quali è così confortevole dormire. E’ il mese in cui potrei cambiare tutti i mobili di casa ricomprando pezzi shabby bianchi come il latte. E’ il mese delle acque aromatizzate alla menta, con la frutta, con i cetrioli e qualunque cosa che le renda ancora più fresche.  Luglio è adesso, ora!

Torta salata con patate, asparagi e speck

Ingredienti: pasta sfoglia già pronta, 4/5 patate, asparagi, speck, 1 uovo, parmigiano, sale, pepe.

Procedimento: fare lessare le patate. Sbucciarle e schiacciarle. Pulire gli asparagi e farli saltare in padella con un filo di olio per circa 5 minuti. Poi tagliarli a pezzetti piuttosto grossi. Tagliare lo speck a cubetti o listarelle. Unire in una terrina le patate, gli asparagi, lo speck, il parmigiano e l’uovo. Condire con sale e pepe. In una teglia da forno adagiare la pasta sfoglia e unire il composto ottenuto nella terrina. Chiudere i bordi e infornare a 180° finché la pasta sfoglia non sarà ben dorata.

Si può mangiare anche fredda. E’ il genere di comfort food che mi conduce direttamente alle vacanze. E’ chiaramente il risultato di un saccheggio del frigorifero; quando si cerca disperatamente di mettere insieme qualcosa che abbia un senso e che sia gustoso, utilizzando quello che c’ è!!!

Buon appetito, gente!!

Soundtrack:https://www.youtube.com/watch?v=dvgZkm1xWPE

keep in touch and keep cooking

_MG_2949modificata _MG_2952modificata _MG_2953modificata _MG_2954modificata

 

 

spaghetti integrali con sughetto di pomodoro e speck

_MG_2849modificataA volte ci sono storie belle da raccontare. Non dico una cosa così strana se ripeto quanto questo mondo sia sempre più complicato e fatto di persone che basano le proprie vite fissandosi su problemi poco importanti che paiono sempre la cosa più urgente. Il condominio è spesso il ricettacolo di queste piccole nevrosi. Io lo so bene, purtroppo. Ma stasera vi racconto una storia di condominio fatta di sorrisi, convivialità ed iniziative intelligenti. Abito in un palazzo costruito pochi anni fa. Abbiamo uno spazio esterno adiacente dove c’è un giardino e un’area per i bambini. Alcune mamme dello stabile hanno pensato ed organizzato un aperitivo per ieri sera. Tutti invitati con un volantino molto carino nelle caselle della posta. Ognuno ha portato qualcosa: torte salate, affettati, pane fresco, insalata di riso, pasta fresca, torte e biscotti. Io, tornata tardi dal lavoro, sono però riuscita a preparare uno dei miei cavalli di battaglia: la torta morbida al cioccolato fondente (presto vi darò la ricetta). Ho ricevuto un sacco di complimenti e qualcuno mi ha fatto promettere di prepararla per il suo prossimo compleanno. La cosa bella è stata l’allegria di un gruppo di persone che, in fondo, si conoscono poco pur vivendo uno attaccato all’altro. Sono tornata a casa sentendo il piacere di una volta dello stare insieme tra vicini di casa, quando ci si conosceva tutti e si affrontavano i problemi senza bisogno di riempirsi la bocca di rabbia o paroloni. Il mondo è difficile perché le persone sono complicate. Se scegliamo la semplicità, scegliamo di vivere meglio, di sorridere di più. Ammiro chi ha preso questa iniziativa. Ieri sera abbiamo proprio riso e scherzato tra amici e in molti hanno iniziato a darsi del tu. Queste sono piccole e vere soddisfazioni di vita metropolitana….

La mia ricetta di oggi è una delle mie preferite in assoluto. Si tratta di un primo, una rarità per me. Mi hanno fatto notare che scrivo poco di primi. E ‘ vero, lo ammetto. Il problema è che cucino principalmente alla sera, dopo il lavoro e difficilmente mangio il primo a cena. Ecco svelato il mistero ma con questa ricetta sono certa di farmi perdonare per questa mancanza: Spaghetti integrali con sughetto di pomodoro e speck

Ingredienti: spaghetti integrali (o normali..come preferite), olio evo, aglio rosso, polpa di pomodoro (io ho usato la Mutti), speck, peperoncino, prezzemolo, sale.

Procedimento: mettere a bollire dell’acqua salata in una pentola capiente. In una piccola casseruola far scaldare uno spicchio di aglio rosso. Aggiungere la polpa di pomodoro e salare. Tagliare a listarelle alcune fette di speck. Aggiungerle al pomodoro unitamente al peperoncino e lasciare cuocere per circa 10 minuti. Quando l’acqua bolle, versare gli spaghetti e lasciar cuocere al dente. Scolare la pasta e condire con il suhetto. Terminare il piatto con il prezzemolo appena tritato.

Soundtrack:  https://www.youtube.com/watch?v=vBJtS3IhwCY

keep in touch and keep cooking

_MG_2851modificata _MG_2848modificata _MG_2843modificata _MG_2840modificata

Gingerella La Dolce

"Se non hanno pane, che mangino brioches" Cit. Maria Antonietta

COOKINGSULLENUVOLE

Cucinare è Vita

She Loves Autumn

A Beauty Blog

Cuoca in prova

nata per vivere in un mondo di burro e zucchero

Gio.✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

PANEDOLCEALCIOCCOLATO

Cucinare è Vita

Note di Cioccolato

Cucinare è Vita

Ribes e Cannella

Cucinare è Vita

Due bionde in cucina

Cucinare è Vita

Cucinare è Vita

missbeckyscottage

Cucinare è Vita

Mon petit bistrot

Cucinare è Vita

Quinto Senso Gusto

Cucinare è Vita

Pane, burro e alici

Cucinare è Vita

Luca Centurelli

fotografia, siti internet, grafica: Ancona, Marche

LaCUCINAdiLUX

Il Crohn si può prevenire e sconfiggere

Ascolta i sapori

Questa pagina e' un omaggio a chi mi ha fatto amare la cucina, i sapori di una volta, la qualita' e la ricerca, la passione, e qualche colpo di testa!

La Sphiga di Grano

Piccolo manuale di sopravvivenza alla celiachia