Archivi delle etichette: prezzemolo fresco

merluzzo al forno in bianco e grandi progetti

_MG_2794modificataGli investimenti emotivi sono sempre frutto di scelte dure, difficili.  Mi tormento pensando a tutto quello che comportano ma poi, arriva un momento in cui la via appare più nitida, quasi naturale.  Nella vita professionale faccio meno fatica, forse perché spontaneamente penso più razionalmente, di pancia, lasciando il cuore un piccolo passo indietro.  Cerco grandi progetti, ne sono attratta. Progetti che mi tengano impegnata a lungo termine. Che possano avvolgermi completamente e aprire nuove strade. Penso si tratti sempre del mio desiderio di scoperta continua, dell’eterno conflitto tra il bisogno di sicurezza e la necessità di sentire la libertà delle cose nuove.  Cerco stimoli, confronti constanti. Non sono mai stata una donna che cerca conforto da chi mi sta accanto. Preferisco ricevere consigli e critiche, che possano rimettermi in gioco. Sono sempre stata attratta dai sogni dalle grandi dimensioni, dove poter esprimere tutto quello che so. Alcune volte il disegno nella mia testa è già nitido ancora prima che possa prendere forma. Mi piacciono le cose complicate, a volte irrealizzabili o piene di insidie.  Per arrivarci bisogno sempre passare tra anse di ostacoli e difficoltà, consapevole però, che le cose vanno esattamente come è giusto che sia. Quasi sempre parto dal presupposto che l’essenziale è dare tutto quello che ho, impegnarmi al massimo e lavorare duramente. “I sogni son desideri” cantava Cenerentola appena sveglia al mattina ai suoi amici topolini ed uccellini. Cantava a se stessa di sperare fermamente, senza troppo occuparsi delle difficoltà del presente, cercando il sogno. L’impegno è il segreto e la fede è la sua opportunità. Buon week end, gente!

Merluzzo al forno in bianco

Ingredienti: filetti di merluzzo surgelato, patate, olive taggiasche, prezzemolo fresco, pinoli, sale, pepe, olio evo

Procedimento: lasciar bollire dell’acqua salata in due pentole diverse. Quando bollirà immergere in una delle due il merluzzo ancora congelato per 15 minuti. Poi scolare bene e asciugare con un po’ di carta assorbente. Nell’altra, invece, aggiungere le patate pelate e lessare fino quasi a cottura completa. Scolare anche queste e aspettare che si raffreddino un paio di minuti. In una placca ricoperta di carta forno disporre quindi il merluzzo e le patate tagliate a rondelle. Condire con sale, pepe, prezzemolo tritato fresco, olive taggiasche, pinoli e olio evo. Infornare a 180° per 10 /15 minuti. E’ un piatto perfetto per un venerdì tra sole e pioggia come oggi.

Soundtrack: https://www.youtube.com/watch?v=W2AjlKwXBjs

keep in touch and keep cooking.

_MG_2804modificata _MG_2799modificata _MG_2786modificata IMG_2765modificata

 

spaghetti integrali con sughetto di pomodoro e speck

_MG_2849modificataA volte ci sono storie belle da raccontare. Non dico una cosa così strana se ripeto quanto questo mondo sia sempre più complicato e fatto di persone che basano le proprie vite fissandosi su problemi poco importanti che paiono sempre la cosa più urgente. Il condominio è spesso il ricettacolo di queste piccole nevrosi. Io lo so bene, purtroppo. Ma stasera vi racconto una storia di condominio fatta di sorrisi, convivialità ed iniziative intelligenti. Abito in un palazzo costruito pochi anni fa. Abbiamo uno spazio esterno adiacente dove c’è un giardino e un’area per i bambini. Alcune mamme dello stabile hanno pensato ed organizzato un aperitivo per ieri sera. Tutti invitati con un volantino molto carino nelle caselle della posta. Ognuno ha portato qualcosa: torte salate, affettati, pane fresco, insalata di riso, pasta fresca, torte e biscotti. Io, tornata tardi dal lavoro, sono però riuscita a preparare uno dei miei cavalli di battaglia: la torta morbida al cioccolato fondente (presto vi darò la ricetta). Ho ricevuto un sacco di complimenti e qualcuno mi ha fatto promettere di prepararla per il suo prossimo compleanno. La cosa bella è stata l’allegria di un gruppo di persone che, in fondo, si conoscono poco pur vivendo uno attaccato all’altro. Sono tornata a casa sentendo il piacere di una volta dello stare insieme tra vicini di casa, quando ci si conosceva tutti e si affrontavano i problemi senza bisogno di riempirsi la bocca di rabbia o paroloni. Il mondo è difficile perché le persone sono complicate. Se scegliamo la semplicità, scegliamo di vivere meglio, di sorridere di più. Ammiro chi ha preso questa iniziativa. Ieri sera abbiamo proprio riso e scherzato tra amici e in molti hanno iniziato a darsi del tu. Queste sono piccole e vere soddisfazioni di vita metropolitana….

La mia ricetta di oggi è una delle mie preferite in assoluto. Si tratta di un primo, una rarità per me. Mi hanno fatto notare che scrivo poco di primi. E ‘ vero, lo ammetto. Il problema è che cucino principalmente alla sera, dopo il lavoro e difficilmente mangio il primo a cena. Ecco svelato il mistero ma con questa ricetta sono certa di farmi perdonare per questa mancanza: Spaghetti integrali con sughetto di pomodoro e speck

Ingredienti: spaghetti integrali (o normali..come preferite), olio evo, aglio rosso, polpa di pomodoro (io ho usato la Mutti), speck, peperoncino, prezzemolo, sale.

Procedimento: mettere a bollire dell’acqua salata in una pentola capiente. In una piccola casseruola far scaldare uno spicchio di aglio rosso. Aggiungere la polpa di pomodoro e salare. Tagliare a listarelle alcune fette di speck. Aggiungerle al pomodoro unitamente al peperoncino e lasciare cuocere per circa 10 minuti. Quando l’acqua bolle, versare gli spaghetti e lasciar cuocere al dente. Scolare la pasta e condire con il suhetto. Terminare il piatto con il prezzemolo appena tritato.

Soundtrack:  https://www.youtube.com/watch?v=vBJtS3IhwCY

keep in touch and keep cooking

_MG_2851modificata _MG_2848modificata _MG_2843modificata _MG_2840modificata

zucchine ripiene della nonna

_MG_2428modificataE’ giugno, gente! Non me ne sono accorta subito ma siamo a metà anno. E’ il tempo delle ciliegie, delle vacanze e della ricerca dei pensieri impossibili. I bambini rispondono con tutta la fantasia di cui dispongono quando si domanda il loro nome. Possono essere Peter Pan o il Capitano Uncino, Topolino o George (immancabile fratellino di Peppa Pig). Senza dover dimostrare nulla. Senza chiedere il permesso. Danno retta al cuore senza mentire, quasi come sapessero che il cuore restituisce quello che, prima, concede. I bambini sono espressione del desiderio vero, semplice. Guardano i cartoni animati e vedono l’amore tra i personaggi. Credono nel lieto fine. Lo hanno insegnato le nonne, le mamme e i papà. Sanno che tutto si sistemerà perchè hanno fiducia nei grandi. Siamo invece noi grandi a non dare troppa importanza agli occhi dei bambini. Abbiamo dimenticato l’Amore che le nostre nonne ci hanno insegnato con pazienza e dedizione. Lo abbiamo dimenticato, non ricordiamo più come si possa avere tutta quella fiducia, come si possa essere così affidati a qualcuno di più grande che pensi a noi. Allora ci sentiamo trascurati e facciamo confusione, concentrati sempre verso le cose poco importanti. Perdiamo un sacco di doni preziosi di questo mondo, troppo impegnati a rincorrere l’effimero senza spessore.
In questi giorni di notizie troppo dure che riguardano i bambini, vorrei che ognuno di noi riuscisse a fare un passo indietro per capire che ci sono sempre opzioni per il nostro cammino. Impariamo dai bambini, faremo scelte migliori…..

Zucchine ripiene della nonna.

Ingredienti: una grossa zucchina o due di media grandezza, 350 gr. di carne trita scelta, sale, pepe, prezzemolo fresco tritato, 1 uovo, aglio (facoltativo), 3 manciate di pangrattato e parmigiano, olio evo.

Procedimento: tagliare le zucchine a metà e svuotare un po’ l’interno usando un cucchiaio. In una ciotola inserire la carne trita, il prezzemolo, 2/3 del pangrattato, il parmigiano, sale pepe, l’aglio. Aggiungere l’uovo e impastare con le mani accuratamente. Disporre il composto all’interno delle zucchine e spolverare poi con il restante pangrattato. Mettere in una teglia ricoperta di carta forno e aggiungere un filo di olio evo. Scaldare il forno a 180° e infornare per circa 15/20 minuti. Buone, sane e leggere.

Sono agguerrita. Ho in mente solo frullati, smoothies, sorbetti e gelati. Tenetevi forte!!!

Soundtrack: http://m.youtube.com/watch?v=76R3ioAi3_M

keep in touch and keep cooking

_MG_2408modificata _MG_2414modificata _MG_2461modificata _MG_2451modificata

Gingerella La Dolce

"Se non hanno pane, che mangino brioches" Cit. Maria Antonietta

COOKINGSULLENUVOLE

Cucinare è Vita

She Loves Autumn

A Beauty Blog

Cuoca in prova

nata per vivere in un mondo di burro e zucchero

Gio.✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

PANEDOLCEALCIOCCOLATO

Cucinare è Vita

Note di Cioccolato

Cucinare è Vita

Ribes e Cannella

Cucinare è Vita

Due bionde in cucina

Cucinare è Vita

Cucinare è Vita

missbeckyscottage

Cucinare è Vita

Mon petit bistrot

Cucinare è Vita

Quinto Senso Gusto

Cucinare è Vita

Pane, burro e alici

Cucinare è Vita

Luca Centurelli

fotografia, siti internet, grafica: Ancona, Marche

LaCUCINAdiLUX

Il Crohn si può prevenire e sconfiggere

Ascolta i sapori

Questa pagina e' un omaggio a chi mi ha fatto amare la cucina, i sapori di una volta, la qualita' e la ricerca, la passione, e qualche colpo di testa!

La Sphiga di Grano

Piccolo manuale di sopravvivenza alla celiachia