Archivi delle etichette: passione

tutto sta nel trovare il paracadute, con la torta al cioccolato di Emma

_MG_8147modificataL’altro giorno mi sono accorta di quanto la vita sia mossa da passione e paura. Sembrano queste le note delle mie giornate di questo periodo. La passione inonda il mio cervello, mi permette di credere nella visione di ciò che vorrei per il futuro, facendo affidamento sull’istinto puro e su quanto ho imparato in questi anni di vita. La passione è forza propulsiva, energia benefica e rigenerante che lascia emergere idee, pensieri, gioia ed entusiasmo. Sembra così facile? Beh, non lo è. La stessa faccia della medaglia è la paura. Accompagna come un’amica un po’ invidiosa questa sensazione di euforia. Insinua il dubbio, pone quesiti emette in discussione ogni piccolo gesto. Però è saggia, allo stesso tempo. Lascia che non si prendano decisioni con leggerezza, permette di fare un passo indietro quando qualcosa ha un profumo che non è quello che si desidera. Ogni tano è bene scansarla, darle le spalle, lasciarla sentire inutile, priva di senso e ragione. Altre volte è bene ascoltarla, senza lasciare che prenda il sopravvento. Forse è utile in certi casi ma non più utile di una bella passeggiata al sole, di un gelato al pistacchio prima che sia primavera, di una vellutata di piselli con formaggio di capra, di un piatto di puntarelle con acciughe e burrata. Forse è anche meglio un bel film al cinema, una serata sul divano con i miei gatti accoccolati intorno, una colazione calma e distesa in un posto che amo e un pomeriggio con la mamma. La paura gioca brutti scherzi, alcune volte. Ci fa indietreggiare di fronte a piccole cose senza senso, anche quando incontriamo qualcuno che non vorremmo vedere e siamo tentati a cambiare strada. Lascia credere che siamo su una strada che non è quella giusta, lascia che ogni scelta sia pesante e complicata, lascia che non ci sentiamo all’altezza delle situazioni e delle persone. Come insegnano le persone sagge, la via di mezzo è sempre la strada migliore. Ma non è quella che so percorrere a lungo. Non riesco a far passare troppo tempo di vie di mezzo, prima di annoiarmi. Ho bisogno della follia, della visione, dei voli inebrianti verso l’alto e della realizzazione dei sogni. Tutto sta nel trovare il giusto paracadute, per planare quando invece è il momento della discesa.

Torta al cioccolato di Emma:

Ingredienti per la base: 100 gr. di cioccolato fondente, 100 gr. di burro, 100 gr. di  farina, 60 gr. di zucchero (40 gr. se si utilizza il cioccolato al latte) e 3 uova.

Per la farcitura: 200 gr. di cioccolato fondente e 1 confezione da 200ml di panna da cucina (non quella da montare).

Procedimento: far sciogliere il cioccolato fondente a bagno maria e il burro nel microonde.Unire quindi i due composti. Aggiungere lo zucchero, la farina e le uova, una alla volta. Mettere il tutto in una teglia da crostata con il bordo molto profondo e cuocere in forno caldo a 180° per circa 30 minuti. Una volta raffreddata bene deve essere estratta dalla teglia e capovolta. Sciogliere quindi il cioccolato sempre a bagno maria . Aggiungere a questo la panna e farcire la base. Lasciare in frigorifero a raffreddare.

Soundtrack:https://www.youtube.com/watch?v=CR6M_sqTVqE 

keep in touch and keep cooking

_MG_8148modificata _MG_8146modificata _MG_8142modificata

Annunci

Marti, un cuore nella pallavolo

image

E’ domenica e cambiamo argomento: a parlare è Marti, la mia cognatina! Mia nonna la definisce una ragazza molto tranquilla. Solo perché non l’ha mai vista su un campo di pallavolo dove tira fuori tutta la grinta che possiede dando tutta se stessa per la sua squadra. Nella vita è un’anima delicata che sta sbocciando lentamente come i fiori più belli. E’ spiritosa ed autoironica ma se si arrabbia è bene togliersi dal suo campo visivo. Con una schiacciata delle sue potrebbe essere pericolosa. Adora lo shopping e scrivere. Al primo si dedica costantemente e con passione (infatti ha le mani bucate).  Per scrivere, invece, ha meno tempo ed è un vero peccato perché è bravissima e ve ne accorgerete leggendo questo suo post:

Siamo a metá Giugno, tempo di bilanci per una pallavolista cronica come me.

Ho scoperto tardi questo ‘ambiente’ rispetto alla media, prima mi dilettavo solo nei tornei scolastici. Poi un giorno, stanca di fare danza per riflesso della mia sorellona, ho detto ai miei genitori che volevo provare ad alzare l’asticella del mio impegno sportivo, e dal quel giorno (‘maledetto’ come sostiene il mio fidanzato non pallavolista) non ho piú smesso.

Chi non ha mai giocato a pallavolo non capisce cosa si prova ogni volta che si entra in una palestra e si suda per due ore dietro ad un pallone con la propria squadra. E soprattutto perché la pallavolo non é solo questo. La pallavolo é ben altro.
É l’emozione di far parte di un gruppo, con cui condividere momenti della tua vita; é la fatica e la forza che ogni giorno, dopo otto ore di lavoro, ti regali per migliorare e ottenere risultati; é la gioia e l’euforia delle vittoria, l’amarezza e il mal di stomaco della sconfitta; é la grinta che nasce dentro di te, punto dopo punto, urlo dopo urlo; é la caparbietà che trovi dentro al tuo cuore, anche se sai che oltre al campionato della tua cittá o al massimo della tua regione non puoi vincere…ma non fa nulla, tu continui a saltare, urlare, sognare.

Si, sognare…perché quando ti rendi conto dei tuoi obiettivi ti senti ancora piú orgogliosa e invece di ‘appendere le ginocchiere al chiodo’ non vedi l’ora che arrivi Settembre per indossare proprio quelle ginocchiere per un’altra stagione.
Poi quest’anno ci sará il Campionato del Mondo di Pallavolo Femminile a Milano!…non vorrete mica perdervelo?!? Scordatevi gli ‘altri’ mondiali…quelli del classico pallone di cuoio che conoscono tutti. Qui puoi prendere i biglietti direttamente sul web a prezzi ‘normali’, puoi vedere le tifoserie farsi i complimenti dopo una vittoria o una sconfitta, puoi fare foto o chiedere autografi alle giocatrici a bordo campo a fine partita…perché la pallavolo non é un business, la pallavolo é uno SPORT accessibile, sano, e estremamente vitale.

PROVARE PER CREDERE!!!

Non perderti anche queste parole: http://www.mauroberruto.com/2014/01/cari-genitori/

Marti

image

image

 

image

Gingerella La Dolce

"Se non hanno pane, che mangino brioches" Cit. Maria Antonietta

COOKINGSULLENUVOLE

Cucinare è Vita

She Loves Autumn

A Beauty Blog

Cuoca in prova

nata per vivere in un mondo di burro e zucchero

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

PANEDOLCEALCIOCCOLATO

Cucinare è Vita

Note di Cioccolato

Cucinare è Vita

Ribes e Cannella

Cucinare è Vita

Due bionde in cucina

Cucinare è Vita

Cucinare è Vita

missbeckyscottage

Cucinare è Vita

Mon petit bistrot

Cucinare è Vita

Quinto Senso Gusto

Cucinare è Vita

Pane, burro e alici

Cucinare è Vita

Luca Centurelli

fotografia, siti internet, grafica: Ancona, Marche

Diario di una mamma "in corriera"

Pendolando tra casa, asilo, ufficio e fornelli

Ascolta i sapori

Questa pagina e' un omaggio a chi mi ha fatto amare la cucina, i sapori di una volta, la qualita' e la ricerca, la passione, e qualche colpo di testa!

Sweet Sweet House

...cosa pasticcio fra le quattro mura della mia Sweet Sweet House

La Sphiga di Grano

Piccolo manuale di sopravvivenza alla celiachia